Quanto conta essere emotivamente intelligenti per il tuo successo professionale? La risposta è: tantissimo! E’ un potente strumento per dirigere le tue forze in una direzione per ottenere un risultato enorme. L’intelligenza emotiva è il più forte predittore di prestazioni. Riesce a spiegare per il 58% delle volte il successo in tutti i tipi di lavori.

La tua intelligenza emotiva è la base di una serie di competenze. Ha un peso in quasi tutto ciò che dici e fai ogni giorno.

In un’attuale ricerca si è evidenziato che il 90% dei lavoratori di successo sono anche emotivamente intelligenti. Soltanto il 20% dei lavoratori scarsamente produttivi presentano un alto valore di intelligenza emotiva!

Inoltre le persone con un alto grado di intelligenza emotiva guadagnano di più.  Questi risultati valgono per le persone in tutti i settori, a tutti i livelli, in ogni paese del mondo. I ricercatori non sono ancora stati in grado di trovare un lavoro in cui le prestazioni e la paga non siano legati strettamente all’ intelligenza emotiva.

Come si sviluppa l’intelligenza emotiva?

psicologoLe connessioni cerebrali tra emozioni e razionalità sono la sede dell’intelligenza emotiva. Il percorso dell’intelligenza emotiva inizia nell’amigdala: le emozioni primarie entrano qui e viaggiano verso la parte anteriore del cervello prima di poter pensare razionalmente alla propria esperienza. Abbiamo una reazione emotiva agli eventi prima che la nostra mente razionale sia in grado di comprenderli. Essere emotivamente intelligenti richiede una comunicazione efficace tra i centri razionali ed emozionali del cervello.

“Plasticità” è il termine che usano i neurologi per descrivere la capacità del cervello di cambiare. Il tuo cervello sviluppa nuove connessioni ogni volta che impara nuove abilità. Il cambiamento è graduale, le cellule del cervello sviluppano nuove connessioni per rendere più efficienti le attività delle nuove competenze acquisite.

Imparare le strategie per aumentare l’intelligenza emotiva non è tempo sprecato! Permette a miliardi di neuroni che compongono la strada tra i centri razionali ed emozionali del cervello di aumentare i collegamenti tra una cellula e l’altra. Una singola cellula può crescere fino ad avere 15.000 connessioni con le cellule vicine. Questa reazione a catena di crescita, assicura una maggiore velocità nello svolgere nuove azioni e nuovi comportamenti. Allenare mente  e cervello ripetutamente utilizzando nuove strategie di intelligenza emotiva permette di creare nuove abitudini efficaci per svolgere meglio qualsiasi cosa.

 Cosa si impara?

Secondo un famoso autore che ha lavorato molto sul tema dell’intelligenza emotiva, essa può giovare alla nostra vita secondo molti punti di vista poiché ci permette di possedere strategie fondamentali per la consapevolezza emotiva, il controllo delle emozioni funzionale alla maggiore produttività e un miglioramento nella gestione dei rapporti interpersonali.

communication2L’intelligenza emotiva può aiutarci a conoscere meglio noi stessi e cosa proviamo nei diversi contesti di vita, riuscendo a riconoscere e nominare le emozioni che proviamo e dotarle di significato personale ed esperenziale. Può aiutarci a gestire i momenti di frustrazione e di stress che esperiamo nella vita di tutti i giorni, diminuire la nostra impulsività e facilitare l’autoregolazione permettendoci di migliorare le nostre performance.

Infine ci può aiutare a gestire le relazioni con gli altri poiché affina la nostra capacità di comprendere e metterci nei panni degli altri, facilita la comunicazione e diminuisce i conflitti.

Spesso per aumentare l’Intelligenza emotiva può essere utile seguire un breve corso di sostegno emotivo assieme a un professionista (Psicologo) esperto in emozioni e in tecniche di gestione emotiva.

Annunci